Realizzare uno stand fieristico presuppone che il messaggio da lanciare sia specifico. Iniziare da un concept chiaro, semplice, lineare, è già un grande passo in avanti per far si che ciò che si ha in mente possa tradursi nella realtà.

Non bisogna assolutamente dimenticare che la comunicazione del prodotto, l’idea che volete lanciare, è di fondamentale importanza. Uno stand non appropriato a un determinato contesto o non adeguato al tipo di comunicazione può trasmettere messaggi impropri.

Ricordate che tutte le zone del vostro stand devono poter comunicare qualcosa di specifico… la staticità, la banalità devono essere messe al bando! Osservate il tutto partendo da una visione d’insieme dell’allestimento per giungere ai singoli dettagli e chiedetevi se ogni elemento è correlato in modo armonioso con gli altri; se la risposta è si, siete già a metà dell’opera.

La vostra “missione” è quella di attirare l’attenzione del visitatore, per cui una volta catturato il suo interesse con un oggetto particolarmente d’effetto o un’immagine sorprendente, avrete creato immediatamente empatia con il vostro interlocutore.

Altro elemento importantissimo è la scelta dei colori. Essere consapevoli che le combinazioni cromatiche esercitino nelle scelte del consumatore finale un’influenza, costituisce la base della comunicazione.

Limitate il più possibile la quantità degli elementi che volete esporre nello stand. Perchè questo? Maggiore è la quantità degli elementi presenti in un dato spazio, più difficile sarà per il visitatore individuare ciò che il progettista si aspetta che veda. Se l’idea di partenza è chiara, aggiungere ulteriori elementi è superfluo.

Cercate di creare ritmo nel vostro stand, evitate la staticità dei prodotti esposti, questo creerebbe solo una sensazione di “lentezza visiva”.

Come per l’accostamento cromatico, anche la scelta della giusta combinazione di luce è importante. La luce non serve solo a illuminare i prodotti ma anche ad esaltare, o addirittura creare, l’atmosfera all’interno dello spazio espositivo. Se questa viene usata in modo casuale può creare quindi degli effetti che contrastano con il concept originale dell’allestimento vanificando tutto il lavoro fatto a monte. Ricordate che la luce ha un proprio colore e una propria temperatura.

Cercare di essere più precisi possibili sull’insieme di tutti questi elementi, vi permetterà di creare, con i vostri gusti, uno stand davvero unico e indimenticabile. Cosa da non trascurare assolutamente è la CREATIVITÀ!

Se avete questa carta in mano ragazzi, state pur certi che avete raggiunto il vostro obiettivo.

Come Realizzare uno Stand Fieristico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *